Orchidopessi

L’orchidopessi è la procedura chirurgica

utilizzata per risolvere i casi di criptorchidismo. Il criptorchidismo è quella condizione in cui uno o entrambi i testicoli si trovano ancora tra addome e canale inguinale, non sono cioè discesi nello scroto.
La procedura di orchidopessi può essere eseguita tramite chirurgia tradizionale o in laparoscopia.
Salvo rare circostanze, i risultati al termine dell’operazione sono più che soddisfacenti. Il rischio di complicazioni è basso.
In generale, la scelta dell’approccio dipende dalla posizione del o dei testicoli ritenuti.
Nel criptorchidismo con sede a livello inguinale, il medico opta per un approccio chirurgico tradizionale ed esegue due incisioni: una in corrispondenza dell’inguine e un’altra nello scroto. Attraverso l’incisione inguinale, opera la mobilizzazione del testicolo ritenuto; attraverso l’incisione scrotale, provvede all’alloggiamento corretto del testicolo all’interno dello scroto.
Nelle situazioni di criptorchidismo con sede addominale, si opta per un approccio chirurgico minimamente invasivo, laparoscopico, che prevede l’esecuzione di due o tre mini-incisioni sull’addome. Attraverso queste piccole aperture, infila vari strumenti che gli servono per collocare all’interno dello scroto i testicoli ritenuti. Il vantaggio della laparoscopia è che le incisioni sono molto piccole e guariscono in tempi molto più brevi, rispetto alle incisioni tradizionali.


Vuoi prenotare una visita ADESSO?

Lascia un commento

Dott. Eligio Vannozzi - Iscritto all' albo dei medici-chirurghi di Roma al n°50056