Adenomectomia prostatica transvescicale

L’adenomectomia prostatica transvescicale

ha come finalità quella di rimuovere l’adenoma della prostata, ovvero la parte interna che crea l’ostruzione urinaria negli affetti da ipertrofia prostatica benigna (IPB), utilizzando la chirurgia tradizionale a cielo aperto, cioè mediante un’incisione chirurgica fra ombelico e pube.
Questo tipo di chirurgia a cielo aperto viene scelto quando si ha a che fare con prostate di volumi maggiori, in cui l’adenomectomia ha un’efficacia disostruttiva a lungo termine superiore rispetto alle altre tecniche (incluse le mini-invasive).
L’ATV può essere eseguita in anestesia generale oppure periferica (spinale). Pazienti con elevato rischio anestesiologico possono beneficiare maggiormente delle alternative endoscopiche come la TURP.


Vuoi prenotare una visita ADESSO?

Lascia un commento

Dott. Eligio Vannozzi - Iscritto all' albo dei medici-chirurghi di Roma al n°50056