Eversione della tunica vaginale

L’eversione della tunica vaginale

è un intervento chirurgico che consiste nell’asportare, mediante l’apertura dello scroto, l’accumulo di quantità eccessiva di liquido all’interno della tunica vaginale che si può riscontrare in età pediatrica o in età adulta. In età pediatrica tale accumulo è associato alla persistenza del dotto peritoneo-vaginale pervio e alla migrazione del fluido peritoneale nella tunica vaginale. Nella popolazione adulta, l’idrocele può presentarsi a causa di uno sbilancio tra la secrezione della tunica albuginea del testicolo ed il riassorbimento di questo fluido da parte dello strato parietale della tunica vaginale.
L’eversione si esegue in età pediatrica quando l’idrocele non regredisce entro il primo o secondo anno di vita o quando, in età adulta, causa problemi al paziente quali senso di peso, tensione o fastidio locale.
Tale intervento viene praticato in anestesia spinale o peridurale. Sono possibili due approcci: scrotale o inguinale. Il primo garantisce il pronto recupero del paziente e una cicatrice virtualmente invisibile. L’approccio inguinale viene eseguito in età pediatrica o in pazienti giovani con sospetto di eteroplasia scrotale.


Vuoi prenotare una visita ADESSO?

Lascia un commento

Dott. Eligio Vannozzi - Iscritto all' albo dei medici-chirurghi di Roma al n°50056